bambinointerioreON in mostra

Dal 12-05 al 30-05 2015

Presso Superflash Store Padova
VII febbraio 24 (angolo piazza Cavour)

orari: dal lunedì al sabato (13.30-19.00) – semifestivi (8.45-13.15)

Esposizione pittorica di Alessandro Canini

bambinointerioreON

Il bambino interiore che è in noi rappresenta nella sua forma più elementare, la forza motrice primordiale, quella che dà vita al nostro universo personale. Quella forza che ricerca le esperienze e il senso, quella che dà all’essere umano il desiderio di giocare, che dà la capacità di gioire.
Dona talenti quali l’ispirazione e il senso della bellezza; è la parte di noi che ama e vuole essere amata, quella che è al di là del tempo, sempre giovane e fiduciosa nella vita stessa.
È il ricercatore, l’inventore, “il creatore” in noi, colui che vuole sapere come funzionano le cose e prenderne parte attiva per farle funzionare.
Ci lascia vivere la quarta dimensione, quel fluire ma al contempo essere immersi in ciò che stiamo facendo. Il bambino interiore libero, vive attraverso l’intelligenza del suo cuore, è completamente integrato nel presente, è intuitivo e racchiuso in un mondo tutto suo, nel quale il tempo scorre a una velocità differente, secondo ritmi e regole proprie.

l fondo bruno scuro delle figure riprendono alcuni aspetti della soggettività umana, esse  contrastano con i colori vividi ed esplosivi del mondo circostante.
Il palloncino reale è un retaggio dell’infanzia tenuto stretto dalle figure scure che riflettono i mostri della psiche in un contesto allegro e giocoso quale può essere quello della prima infanzia. L’oggetto diviene il tramite tra la postura e i tratti “infantili” dei protagonisti e l’oscurità delle figure su uno sfondo vivace ma anche tumultuoso.
Ed è quindi guardando e rimanendo in ascolto della nostra parte umana oscura che riusciamo ad attivare in modo forte quella forza curiosa e ludica del bambino interiore, il quale ci riporta alla vita, alla gioia di essere luce.
Cambiando punto di vista il nero non è più nero, ma si arricchisce di quella flebile luce che sotto la cura di specchi interiori diviene sole, una luce forte e calda che avvolge l’esistenza e il percorso dell’uomo reale.

Il palloncino diviene l’oggetto transazionale di Winnicott, ossia lo strumento che media lo sviluppo psichico e interno tra il bambino e la realtà oggettiva esterna. Il simbolo di una figura retorica effimera data dall’elio, che in breve tempo si dilegua nell’aria, cambiando la sua struttura e divenendo parte di un’altra realtà, in un’altra dimensione e forma.
Liberando, di conseguenza, il bambino interiore dalle figure inquiete, memorie di un condizionamento radicato in quella cultura sociale in cui cresce il bambino di oggi e diviene l’adulto di domani.

Il bambino interiore On, acceso, stà a significare la ricerca della serenità d’animo partendo proprio dalla nostra primordiale radice, quella che non era condizionata dall’educazione genitoriale prima e da quella sociale poi.

Serenità effimera, parte di un costante percorso, poiché l’ascolto di noi stessi non è mai statico, e quindi nella sua dinamicità va seguito, modificato con consapevolezza e attenzione.

________________________________________________________________________
le opere sono in VENDITA e si possono vedere su questo sito alla pagina “bambinointerioreON
________________________________________________________________________

Giovedì 14 maggio c’è stato un convegno sul tema “UN CENTRO PER L’AUTISMO”, ripreso da 7goldtelepadova.tv .

qui di seguito il video su youtube:

image