Le Astrazioni della mente mentono?

7 settembre 2018


Quando si pensa, ossia si usa il cervello per elaborare un flusso di dati chiamato pensiero, ogni energia è ottimizzata per avere il massimo risultato su quella Azione.
Detto questo, ognuno di noi pensa ed elabora in modo simile, ma completamente diverso per condizioni sociali, culturali, etniche, e tante altre.

Ph: Alessandro Canini, Photographer and Artist.

I grandi spiriti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri.

Albert Einstein

Ph: Alessandro Canini, Photographer and Artist.

Le astrazioni del pensiero portano spesso a confondere la realtà con la fantasia, e qualcuno potrebbe pensare che questo sia un male, ma chi astrae la mente dalla realtà può avere delle intuizioni che possono cambiare la vita stessa della popolazione, ma più spesso la propria.
Il “problema” è quando si torna alla realtà con quel pensiero astratto, poiché il coraggio o le possibilità di metterlo in atto, non ci sono.


Ph: Alessandro Canini, Photographer and Artist.

Jerome Seymour Bruner –  il pensiero

Bruner viene a contatto con la sfera dell’inconscio, confrontando tutti gli studi sino ad ora compiuti, sempre in contraddizione tra di loro.
Bruner utilizza una nuova strada per studiare e conoscere la percezione, attraverso il metodo “New Look on Perception”.
I fondamenti di questa teoria sono tre:
1. La percezione non è passiva, ma il soggetto compie una categorizzazione per semplificare la realtà ed economizzare energie. Organizzo in categorie attraverso l’inferenza e l’anticipazione, la prima mi consente di trasferire dei dati che conosco, mentre la seconda mi dà un quadro di riferimento.
2. Esistono dei fattori interni che hanno una funzione selezionatrice ed ordinatrice della realtà. I miei bisogni, le esperienze passate e le pulsioni incidono sulla categorizzazione.
3. Il riconoscimento percettivo è legato a fattori sociali e culturali. Il modo di vivere, il concetto di scienza, il linguaggio, la religione e l’etica influenzano la nostra categorizzazione.


Ph: Alessandro Canini, Photographer and Artist.

Conoscere come funziona il nostro pensiero cognitivo può aiutare a codificare il pensiero astratto, e anche la percezione del pensiero astratto, questa operazione logica e di sforzo intellettivo può con il tempo portare la persona a sfruttare quel ponte tra il pensiero interno ed i condizionamenti esterni, alcuni lo fanno già in modo naturale, con conseguente successo nella vita privata e lavorativa, altri hanno bisogno di un metodo.
Quello che può aiutare a costruire questo metodo, oltre allo studio della psiche e delle neuroscienze, è anche quello più semplicistico dell’utilizzo della mente per codificare l’arte astratta di artisti noti come Emilio Vedova oppure decifrare le fotografie “astratte” come quelle contenute in questo articolo.


Ph: Alessandro Canini, Photographer and Artist.

Avere il controllo logico sulle astrazioni mentali o di pensiero, permette di decodificare quando questo pensiero è un inganno, e quando invece è una ottima intuizione, e quindi consente di proseguire nella realizzazione dell’intuizione.



L’innovazione distingue un leader da un follower.

A volte quando fai innovazione, fai degli errori. É meglio ammetterli velocemente, e continuare a migliorare altre tue innovazioni.

Le cose non devono per forza cambiare il mondo per essere importanti.

Steve Jobs

Ph: Alessandro Canini, Photographer and Artist.

Il pensiero astratto ha portato persone a divenire grandi personaggi, poiché andavano oltre al solo pensiero, lo realizzavano o mettevano in moto un processo per renderlo reale.
Molti artisti provano a dipingere almeno una volta nella loro vita un quadro astratto, ma solo seguendo l’intuito e non il processo mentale che decodifica l’intuito, così la loro astrazione rimane un gioco di stile.
Per questo a volte il pensiero astratto della mente, mente!
La ragione e l’intuito non sono elementi contrapposti e dissonanti, ma sono due mezzi che devono trovare la giusta coesione, e questo non avviene per mera fortuna, avviene attraverso un percorso che ognuno sceglie di fare e di riporre fiducia in esso.


Ph: Alessandro Canini, Photographer and Artist.